BlogFriends

un diario di comunità

I suoni del Mali

La magia di un grande sogno

6 risposte a “I suoni del Mali

  1. Rosaria aprile 2, 2012 alle 3:42 PM

    Ciao ho fatto un giro su youtube per i video che ti riguardano a me piace molto il racconto del video Professione Reporter – Pino Scaccia: “A rischio della vita” .

    • pinoscaccia aprile 2, 2012 alle 3:44 PM

      Sono Speciali per il Tg1 realizzati da me.

      • Rosaria aprile 2, 2012 alle 3:58 PM

        si lo anche soleterre che ti presenta è interessante ma è il testo del racconto dello speciale mi apice perché è caldo e a mio avviso è d’effetto riesce a far dimenticare l’orrore della guerra che è il motivo della nascita del video , della tua inchiesta oltre che della tua professione La semplicità premia sempre cosa che dovrebbe aiutare anche me devo sforzarmi a scrivere , visto che ultimamente sembra che sia costretta a dover farlo e correggermi Sinceramente conoscendo la mia insegnante non è oltre che un piacere per la persona ma un onore essere corretti ciao

      • Rosaria aprile 2, 2012 alle 6:58 PM

        ciao P scusami se ti disturbo con una domanda che ha poco a che vedere col tuo filmato Ho pubblicato sul blog sguardirodigi delle foto che ho scattato all’Aquila ieri secondo offendo ? Anzi avevo pensato che potessero ispirarmi uno scritto anche se breve ma poi penso di far eticamente male mi farebbe piacere un tuo consiglio grazie Rosaria

      • pinoscaccia aprile 2, 2012 alle 8:12 PM

        Rosaria, sono ottime foto. Perchè pensi di offendere? Sono un omaggio agli aquilani.

  2. sissi aprile 2, 2012 alle 5:21 PM

    Io l’unica musica africana dal vivo…l’ho sentita qua, in Italia – e va beh, non viaggio mai, causa motivi vari – ma che cosa sono….!! indescrivibili, anche perchè è un crescendo..di solito, da ritmi tribali lenti, bassi, sensuali, fino a un eccesso di tamburi impazziti che ricordano le danze degli antichi sciamani, e l’unico linguaggio è quello del corpo…al ritmo di una MUSICA pazzesca!

    Proprio dispiaciuta per le condizioni esterne…chiamiamole così, che non gli danno troppe chance nonostante tutte le ricchezze del sottosuolo che possiedono…in realtà.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: