BlogFriends

un diario di comunità

Ciao Gabbià

È inutile dire chi era e che faceva Pino Scaccia. Qui non serve. Altrove lo faranno altri, i colleghi di penna.

Qui, in questo luogo, è stato e sarà sempre Il Gabbiano, uno di noi.

Ciao Gabbiano, grazie. Grazie per tutte le emozioni, e l’onestà intellettuale che ci hai regalato. Un abbraccio.

Ci mancherai tanto.

Scrivi se ti va, continua a raccontarci da lassù.

I nuovi mostri

Se queste nel video sono le consultazioni di Governo per portare avanti un paese, sono senza dubbio più efficaci e costruttivi gli sketch del Mago Oronzo o il chiacchiericcio di un bar di periferia: pure in streaming hanno proposto questa sceneggiatura in atto unico. Dieci minuti di aria, tempo e sedie, consumati inutilmente dandosi reciproche battutine, frecciatine senza senso compiuto, accompagnati dai rispettivi e silenziosi portaborse a latere.
Da un lato, uno eletto a Presidente del Consiglio in chissà quali elezioni politiche che, non contento di essere in accordo con un pregiudicato attualmente sottoposto a processo per fatti di prostituzione minorile, cerca consensi dall’ altro lato del bancone, da un omicida milionario che si arricchisce col suo Sacro-blog a forza di insulti e di arroganza.
A POSTU SIMU!